Benvenuti

Nato il 28 ottobre 1934 a Digione (Francia), attualmente vivo in Spagna a Barcellona.
Appassionato della vita, così dal movimento, ho fatto giovane, a 18 anni, l’esperienza degli sport professionistici. Ho studiato la scienza delle sue dinamiche attraverso la fisioterapia, poi il mio approccio terapeutico è stato completato con una formazione completa in osteopatia. Ho quindi viaggiato in tutto il mondo per osservare i diversi approcci alle medicine tradizionali e il loro supporto concettuale. Per molti anni ho studiato nelle loro medicine tradizionali del paese (Tradipraticiens), e ho creato e realizzato un progetto per circa un anno in India (“Approccio medico dei guaritori tradizionali e la loro convergenza con le tendenze attuali” e sono stato tecnico assessore un progetto in Perù (Puerto Maldonado – Madr5e de dios – 1988-1992), dal titolo “Istituzione di un’infrastruttura di medicina tradizionale”.

Questo ciclo compiuto, ho insegnato l’osteopatia dalla testa ai piedi per più di trent’anni, mentre esploravo le sue particolari dinamiche in alcune arti marziali.
Questa riflessione mi ha portato ad applicare il concetto di tensegrity ai meccanismi dell’essere vivente; e questo, dall’emergere di questo concetto in architettura. Da allora, la tensegrità è una nozione ampiamente utilizzata e utilizzata nella biologia cellulare e in particolare nella meccanica cellulare.

Questa riflessione concettuale mi ha portato a capire meglio l’azione osteopatica. In combinazione con la mia esperienza professionale di oltre quarant’anni, ho sviluppato un approccio personale specifico alle manipolazioni manuali, come le tecniche cervicali in posizione seduta, l’ernia del disco lombare o la manipolazione cranica.

Molti video sono disponibili sul sito (YouTube), ma puoi anche ottenere i libri da me scritti su argomenti diversi, il download di documenti PDF può portarti informazioni in base alle tue esigenze.

Non esitate a contattarmi se avete commenti sul contenuto del mio sito o domande o richieste specifiche sul mio lavoro.

Alain Géhin